Strada del Riso Vercellese

Sai di Riso?

Sezione didattica sul mondo della risaia e del territorio risicolo del vercellese a cura di Massimiliano Borgia.

La storia del riso nel Vercellese

La storia del riso nel Vercellese è legata a due fattori: la necessità di rendere produttivi terreni argillosi che risultavano praticamente sterili e la possibilità di sfruttare la risorsa idrica dei grandi fiumi a regime nivoglaciale che scendono dalla valle d’Aosta e dal Monte Rosa e dalla miriade di piccoli corsi d’acqua di origine risorgiva o montana.

Le tecniche di coltura del riso

Sapere coltivare una risaia vuol dire soprattutto saper dosare l’acqua nell’intero periodo di crescita del riso. L’acqua è il termoregolatore necessario per fare affrontare alle piante di riso i forti sbalzi termici del nostro clima temperato. Ma sapere allagare e poi asciugare la risaia è anche il metodo più efficace per combattere le malerbe. L’acqua è quindi la culla del riso.

La risaia vercellese: oasi naturale d’Europa

La risaia vercellese è anche una grande oasi naturale. Nell’ambiente padano sempre più impoverito dall’agricoltura estensiva, la risaia si è rivelata una formidabile riserva di cibo. L’allagamento delle risaie è alla base di una catena alimentare che ha come protagonisti gli insetti e i molluschi che vivono nell’acqua e, soprattutto, le rane.

La rete delle canalizzazioni nel territorio vercellese

Oggi la bassa pianura vercellese ha una superficie irrigua di 89 mila ettari, pari al 96% della superficie agraria. In pratica, tutto il triangolo compreso tra Vercelli, Saluggia e la confluenza Sesia-Po può essere sommerso. Anche la pianura più alta, la Baraggia, ha raggiunto livelli irrigui molto alti, pari a 18 mila ettari (86% dei terreni agricoli).

La biodiversità del riso vercellese

Il Vercellese è il territorio italiano in cui è presente la maggiore ricchezza varietale di risi al mondo. La ragione risiede nelle caratteristiche climatiche del territorio. Da una parte è sempre stato necessario selezionare varietà che si adattassero alle temperature più fredde e con maggiore escursione termica rispetto ai climi tropicali, e dall’altra si sono selezionate varietà che rispondessero meglio alle mille esigenze culinarie, attraverso le quali si è diffuso il riso nelle tavole italiane.

L’ingegneria della risaia

La risaia è un campo particolare. Deve fare crescere il riso ma soprattutto deve contenere l’acqua. Tutta la meticolosa ingegneria della risaia ruota intorno all’acqua. Le camere di risaia devono essere in piano e collegate tra loro; per questo, vanno adattate alla pendenza del terreno.

Le istituzioni che ci supportano

© Associazione P.S. Strada del Riso Vercellese di Qualità | P. Iva 02593050020 |
Realizzazione: Ueppy - Realizzazione siti internet Bormio